Giù le mani dai vecchi … 

Non possiamo restare a guardare l’aumento delle segnalazioni, delle denunce, degli articoli sui giornali, delle intercettazioni ambientali intorno al tema della “violenza”

“Per maltrattamento agli anziani si intende un’azione singola o ripetuta, oppure l’assenza di un’azione adeguata, che causa danni o sofferenza a una persona anziana, nell’ambito di una relazione in cui c’è un’aspettativa di fiducia. Questo tipo di violenza costituisce una violazione dei diritti umani e include gli abusi di natura fisica, sessuale, psicologica, emotiva, economica e materiale, l’abbandono, l’incuria e le gravi forme di perdita di dignità e di rispetto” scrivono al Ministero della Salute  

L’OMS fa sua una definizione proposta dall’associazione britannica Action on Elder Abuse nel 1993secondo la quale per maltrattamento agli anziani si intende: “un atto singolo o ripetuto, o la mancanza di azioni appropriate, che all’interno di una relazione in cui vi sia un’aspettativa di fiducia, provochino danno o sofferenza a una persona anziana”

L’OMS suggerisce pertanto una serie di misure da implementare a diversi livelli al fine di favorire la prevenzione del problema:

  • Sviluppare e implementare politiche e piani di intervento nazionali
  • Migliorare i sistemi di raccolta dei dati e di sorveglianza del fenomeno
  • Promuovere adeguata ricerca valutativa sull’argomento
  • Incrementare la capacità di dare risposta ai bisogni delle vittime
  • Favorire il coinvolgimento e le capacità degli operatori di rilevare e gestire casi di abusi e promuovere la diffusione delle buone pratiche
  • Porre in atto iniziative che riducano le disuguaglianze
  • Favorire la presa di coscienza del problema e destinare adeguate risorse economiche
  • Agire sui fattori protettivi attraverso un approccio legato al ciclo di vita e al rafforzamento della coesione intergenerazionale
  • Avviare iniziative volte a migliorare l’etica e la qualità dei servizi.

E’ per questo che Anaste Emilia Romagna ha deciso, in collaborazione con il Sente-mente ®️ modello di dare vita a una mattinata di studio importantissima per riflettere intorno a questo tema e delineare la strada per investire insieme in Umanità.

ANASTE, associazione nazionale delle strutture della Terza Età, è impegnata affinchè questi episodi non si verifichino e questo convegno vuol essere una occasione di formazione e informazione aperta a tutti i professionisti della Cura e della Relazione, ai caregivers ed ai famigliari, ai rappresentati delle associazioni, agli amministratori ed ai cittadini

Da uno studio pubblicato nel 2017 sul Lancet Global Health dal titolo “Prevalenza degli abusi sugli anziani nelle strutture comunitarie: una revisione sistematica e una meta-analisi”, è emerso come un anziano su 6, il 16% sopra i 60, abbia subito un abuso, non solo fisico, ma anche psicologico, finanziario, di trascuratezza o addirittura sessuale.

Non maltrattare gli anziani, se vuoi essere trattato gentilmente quando lo sarai tu.
Proverbio cinese

In questa giornata parleremo anche di Sente-mente ®️Organizzazione, un modello organizzativo terapeutico, capace di portare le organizzazioni a svelare la Bellezza della Cura, attraverso la capacità di formare e motivare gli operatori alla relazione e soprattutto di apprendere modalità vincenti per so-stare accanto al dolore ed alle difficolta.

Programma della giornata:

8.15 -9.00 Registrazione dei partecipanti

9.00 Saluti da parte delle autorità

Mons. Zuppi Matteo Maria -Arcivescovo Metropolita di Bologna

Dott. Sergio Venturi – Assessore alle Politiche per la Salute Regione Emilia Romagna

Dott. Giuliano Barigazzi – Assessore alla Sanità Comune di Bologna

Prof. Alberto De Santis – Presidente nazionale Anaste

Dott. Enrico Postacchini – Presidente Confcommercio Imprese per l’Italia di Bologna

Dott. Gianluigi Pirazzoli – Presidente Anaste  Emilia Romagna

Ing. Giulio Magagni – Presidente EmilBanca

10.00 – 10.25 “I maltrattamenti verso gli anziani: i confini del problema” – dott.ssa Elisa Modesti – Infermiera Felicitatrice del Sente-mente ®️ modello

10.25 – 10.50 “Gli eventi sentinella che accendono il faro della preoccupazione” – dott.ssa Maria Grazia Frassin – Direttore Opera Pia Raggio di Sole – Barbarano Vicentino (VI)

10.50 – 11.15 “Ruolo e operatività dell’Osservatorio contro la violenza” – dott.ssa Kasapi Eangelia – Responsabile Sant’Anna e Santa Caterina – Osservatorio contro la violenza

11.15 – 11.35 Coffee Break

11.35 – 12.20 Un traghetto da “tanto non cambierà mai nulla” a “io c’entro sempre”: le 50 tessere per la qualità del Sente-mente ®️ modello – dott.ssa Letizia Espanoli – Founder Sente-mente ®️, consulente e formatrice

12.20 – 12.45 Un viaggio a sostegno della qualità della Vita – dott. Antonio Curti – Direttore della Beata Vergine delle Grazie a Bologna

12.45 Conclusioni da parte del dott. Gianluigi Pirazzoli

Puoi iscriverti seguendo questo link: https://www.letiziaespanoli.com/eventi/giu-le-mani-dai-vecchi/

… e se desideri diffondere questa mail te ne saremo davvero infinitamente grati.

Scarica la locandina cliccando qui

 

Meeting delle Professioni Sociosanitarie – Piacenza 22 – 23 Aprile 2015

23 aprile pomeriggio dalle ore 15,00 alle 18,00
Cod. D00 Terapia del dolore non oncologico e gestione dell’Anziano. Il dolore cronico in Long Term Care

L’anziano, soprattutto quando fragile, convive con il dolore manifestandolo solo indirettamente. I dati in letteratura dimostrano che, in percentuali dal 25 al 50%, gli anziani non ricevuto cure per i trattamento del dolore e, nella maggior parte dei casi, la presenza di dolore non è riportata nelle cartelle cliniche. Un programma proposto su base nazionale, con il contributo dei Consigli Regionali Anaste e le strutture sul territorio, che vedrà a breve la sua presentazione sullo scenario europeo, nella cornice di Bruxelles.
A cura di Alberto De Santis Presidente ANASTE Nazionale.

Scarica il programma completo cliccando qui

Per partecipare è possibile scaricare la scheda di iscrizione cliccando qui

Giovani Nel Tempo

Il progetto prende forma durante la convivenza di una mamma ed una nonna colpita da demenza senile.

Toccando con mano i vantaggi scaturiti dal far giocare persone colpite da disturbi cognitivi è nata la volontà di creare strumenti di protezione per la mente per chi, fortunatamente, non ha problemi particolari.

Ecco che una nipotina, un bel giorno, dice: “Nonna tu non sei vecchia, tu sei giovane da molto tempo.”… da questo, con l’aiuto degli psicologi, si è arrivati al nome e al marchio Giovani nel Tempo!

Visita il sito web cliccando qui

Forum per la Non Autosufficienza 19 e 20 novembre 2014

Forum per la Non Autosufficienza 19 e 20 novembre 2014

Il 19 novembre 2014, Anaste, in occasione della Assemblea regionale di Anaste Emilia Romagna, verrà presentato il bilancio sociale regionale, in relazione alle linee guida presentate a Marzo durante il Convegno Nazionale.

L’attività si svolgerà in concomitanza con il Forum per la non autosufficienza in programma nel capoluogo emiliano dal 19 al 20 novembre, presso l’Hotel SAVOIA (CENTRO CONGRESSI SAVOIA HOTEL REGENCY, via del Pilastro 2).

E’ possibile avere maggiori informazioni cliccando qui

Sito Web: www.nonautosufficienza.it

Workshop 2014

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur.

1° Sente-Mente Day

1° Sente-Mente Day
Bologna, 4 Settembre 2014
Teatro sala Centofiori – V. Massimo Gorki, 16

“Là dentro, in un punto remoto e ormai inaccessibile, c’è ancora lei, la nonna, è ancora lì, da qualche parte. Un nocciolino piccolo piccolo perso in una grande pesca di nebbia che si frappone fra lei e noi, fra me e lei. Magari è una bugia di comodo, comunque vale la pena di non rinunciare a cercare di custodire e amare il nocciolino remoto che questi malati là, oltre la nuvola, ancora racchiudono.”
(Tratto dalle parole di una familiare)
Sente-Mente è un grande progetto nazionale per guardare con occhi nuovi alla demenza
e per costruire idee, servizi, progetti capaci di andare al nocciolo…
L’idea nasce da una domanda forte e dirompente: “La demenza e’ solo tempo di fatica, perdita, angoscia? Oppure tra le sue pieghe si nasconde ancora vita?”.
Una intuizione: creare su tutto il territorio nazionale una opportunità per le famiglie.
Un laboratorio officinale settimanale condotto da operatori che saranno formati attraverso un training unico ed innovativo. Un grande progetto nazionale per portare più vita nella demenza. Troppe
volte ci siamo detti: i dementi non capiscono nulla, sono un problema, sono affetti da disturbi del comportamento, sono agitati, sono aggressivi… Le persone affette da demenza “sentono”. E se i disturbi del comportamento fossero linguaggio? L’urlo disperato di persone che chiedono di essere comprese e non sedate? Ecco allora che nuove conoscenze, nuove idee, nuove visioni sono necessarie.

Convegno Nazionale

Il Bilancio Sociale, Linee Guida per il Settore Socio-sanitario: condivisione di valori per la crescita dell’Italia
Bologna, 21 Maggio 2014 dalle ore 09.30 alle 12.00

COMITATO SCIENTIFICO
Prof. Alberto De Santis Presidente Nazionale Anaste e Federsalute
On. Renato Balduzzi Presidente della commissione Parlamentare per le questioni Regionali, già Ministro della Salute con il Governo Monti
Dott. Prof. Carlo Luison Managing Director di Deloitte
Dott. Averardo Orta Vicepresidente Anaste Emilia Romagna
Gianluigi Pirazzoli Presidente della Anaste Emilia Romagna